Il Tirocinio formativo attivo (TFA) è un corso di preparazione all’insegnamento scolastico di durata annuale, istituito presso le università, che attribuisce all’esito di un esame finale, il titolo di abilitazione all’insegnamento in una delle classi di concorso previste dal DM 39/98

Segreteria: Dott.ssa Giuseppina Santopolo     ( santopolo@unimol.it )    Tel. 0874 404 835

 

Novità sui percorsi FIT:

FIT (formazione iniziale e tirocinio) è la denominazione del nuovo percorso formativo finalizzato al reclutamento dei docenti di scuola secondaria di primo e secondo grado previsto dal cosiddetto decreto sulla “buona scuola” (legge 13 luglio 2015 n. 107, GU n. 162 del 15-07-2015, articolo 1, commi 180 e  181, lettera  b, su cui si veda il successivo Decreto legislativo, 13 aprile 2017 n. 59, GU 16-05-2017, che rende funzionale la legge). La normativa prevede che si acceda al FIT dopo un regolare concorso. Il percorso dura tre anni ed è realizzato attraverso una collaborazione tra scuola e università: il tirocinante sarà collocato in un istituto, presso il quale svolgerà la maggior parte delle attività e sarà introdotto nel corso dei tre anni ad un sempre maggiore impegno didattico. Il tirocinante è tenuto a frequentare anche dei corsi presso l’università di riferimento.

L’accesso al concorso è consentito a quanti abbiano conseguito una laurea magistrale, o una laurea magistrale a ciclo unico, o una laurea di vecchio ordinamento, purché siano in possesso dei requisiti richiesti dal Decreto del Presidente della Repubblica, 14 febbraio 2016, n. 19 – GU Serie Generale n. 43 del 22-2-2016 – Suppl. Ordinario n. 5, che regola l’accesso alle singole classi d’insegnamento (Tabella A, Tabella A1, Tabella B).

Il decreto sulla “buona scuola” ha introdotto anche un altro requisito: il candidato può accedere al concorso soltanto se in possesso di 24 crediti in discipline antropo-psico-pedagogiche e in metodologie e tecnologie didattiche. Tali crediti possono essere conseguiti nell’arco dell’intero percorso universitario (anche in forma di crediti aggiuntivi o post lauream). Il recente Decreto Ministeriale del 10 agosto 2017 n. 616 ha specificato i settori scientifico-disciplinari relativi ai 24 crediti (decreto e allegato).

Attualmente l’Università degli Studi del Molise è impegnata nell’attivazione dei corsi finalizzati al conseguimento dei 24 crediti.